News archive 02/12/2020

UNA VITA PER LA SPORTLAND

Le riflessioni del portiere decano Pacella


Stefano John Pacella è nato a Milano il 16 aprile 1962 e da oltre 20 anni è portiere nei campionati e tornei Sportland, visto che il primo campionato l’ha disputato nel 1998-99 vincendo con i Pacini Caiani il titolo provinciali di calcio a 11.
Di recente Pacella ha giocato la finale del campionato di calcio a 7 Over 45 difendendo la porta di Dinamo Arzaga, sconfitta nella sfida per il titolo provinciale da Groupama Saronno.

 

QUI DINAMO ARZAGA
Come state vivendo questa ennesima sosta forzata causa Covid?
Nel periodo di questa ennesima sosta forzata mi sono ritrovato ancora il mondo bloccato. La rabbia è di essere impossibilitato a contribuire a trovare una soluzione al problema, se non quello di attenersi alle regole ed in particolare di rispettare il distanziamento sociale. Sicuramente viviamo con angoscia i comunicati giornalieri relativi all’emergenza con i numeri dei contagiati e di chi purtroppo non c’è l’ha fatta. Inoltre l’altro aspetto negativo è sapere che molte attività lavorative sono in forte sofferenza come quelle legate anche al mondo sportivo. La ripresa dei contagi ammazza le piccole imprese e l'escalation dei contagi rischia di provocare una vera e propria ecatombe tra le piccole e medie imprese e che molti rischiano di perdere il posto di lavoro.

Quanto vi manca il campo?
Tantissimo, ma dobbiamo reagire e non fermarci mantenere il fisico allenato e la mente lucida e pertanto continuo a praticare regolarmente attività fisica a corpo libero, attività semplici come la corsa e la bici che mi stanno aiutando a scaricare lo stress e ad affrontare lo stato di ansia di questo momento.
Purtroppo non sono portato a praticare uno sport in solitario lo sforzo è elevato essendo abituato allo sport di squadra. Pertanto il campo da calcio ed i compagni mi mancano molto. Quest’anno noi della Dinamo Arzaga abbiamo iniziato alla grande raggiungendo le finali del campionato over 45. Purtroppo persa ma felici di avere raggiunto un ottimo obbiettivo.

Con quale spirito tornerete a giocare appena terminata l'emergenza?
Auspichiamo di ritornare in campo presto. Ovviamente seguo con attenzione le notizie sui contagi e in particolare quelle degli sport per intravedere qualche filo di speranza di poter tornare in campo. Speriamo che con la prossima primavera si possa riprendere la pratica del nostro amato sport. Per questo continuerò ad allenarmi per farmi trovare pronto. La motivazione è alta per le prossime sfide ed i nuovi obiettivi.