Sportland S.S.D. a r.l.2017/2018
(Maschile)
Calcio a 7 Open

ENSTO CUP 2018

Archivio news 11/06/2018

ENSTO CUP 2018

Terminata la fase a gironi!

L’ultimo atto dei triangolari assegna gli ultimi 5 pass per i quarti di finale ai campioni in carica di Vinci Energies, Elettromeccanica Galli Italo, Milani, Deerns e Lombardini 22, che si aggiungono alle già qualificate dalla giornata precedente Alpiq, Jacobs e CS Progetti. Le magnifiche 8 venerdì 15 giugno daranno dunque vita ai quattro quarti finale, che metteranno di fronte le prime e seconde classificate dei triangolari A-B e C-D: Alpiq- Elettromeccanica Galli Italo, Vinci Energies-Jacobs, Milani-Deerns e Lombardini 22-CS Progetti. Le ultime classificate dei quattro triangolari giocheranno invece il 22 e 29 giugno il mini torneo per determinare i piazzamenti dal nono al dodicesimo posto. Le semifinali dei “playout” saranno così venerdì 22 A2A-Tekser e Pro-Tec-Ariatta.
 
 
 
 
 
 
 

GIRONE A: ALPIQ RIMONTA DA URLO E PRIMATO

ALPIQ-JACOBS 4-2 (0-2). Reti: 4’ Nannini (J), 19’ Sansonna (J), 8’ s.t. Vittimberga (A), 12’ Scisciola (A), 17’ e 19’ Vittimberga (A).ALPIQ: Cisotto, Di Napoli, Scisciola, Minimi, Aldrovandi, Stanislav Svyshch , Scalzafarini, Vittimberga. JACOBS: Castellano, Monziocompagnoni, Maynardt, Linares, Riccio, Vitucci, Verderio, Valiante, Campostrini, Sansonna, Nannini. Migliore in campo: Leonardo Vittimberga (Alpiq)
Alpiq fa suo lo scontro diretto per il primato nel triangolare A, rivoltando come un calzino negli ultimi 12 minuti il doppio vantaggio di Jacobs, comunque qualificata ai quarti di finale come seconda nel girone. Parte forte Jacobs, che al 4’ sgomma con una sabongia “illegale” di Nannini da quasi metà campo, che spacca la porta. Per una quindicina di minuti Alpiq preme alla caccia del pareggio, ma i suoi tentativi vengono rimbalzati dall’ottima disposizione difensiva degli avversari. Allo scadere del primo tempo Jacobs raddoppia con un’altra magia, stavolta di Sansonna che riceve palla da Valiante e di prima la piazza nell'angolino, con una formidabile pennellata a giro. La ripresa si apre con la traversa centrata da fuori area da Minimi. Al minuto 8’ Alpiq vede premiati gli sforzi con la girata vincente di Vittimberga dell’1-2. Passano altri 4’ e Scisciola viene pescato col contagiri sul secondo palo e col piattone fa 2-2. Il pareggio non basta ad Alpiq per il primo posto. Allora ci pensa ancora l’incontenibile Vittimberga a impacchettare la doppietta del decisivo 4-2, prima sfruttando cinicamente un liscio di 2 difensori avversari, poi risolvendo una mischia sottoporta per il formidabile tris personale.

GIRONE B: VINCI, SETTEBELLO D’AUTORE

VINCI ENERGIES - TEKSER 7-2. Reti: 4’, 19’, 6’ st Di Bartolo (V), 10’ Gubert (V), 11’, 9’ st, 20’ st Bribiglia (V) 14’, 18’ st Mastrototaro (T). VINCI ENERGIES: Celano, Gubert, Bartolo, Bonini, Bribiglia, Garavaglia, Deni, Martellacci. TEKSER: Ceppi, Ferraresi, Groppelli, Masiero, Insinga, Cuticone, Mastrototaro. Migliore in campo: Simone Di Bartolo (Vinci Energies)
Seconda vittoria per Vinci Energies su Tekser e primo posto nel girone per i campioni in carica, che ora affronteranno Jacobs nei quarti di finale. La prima occasione è sul mancino di Bribiglia, che pennella una bella punizione, parata miracolosamente da Ceppi. Al 4’ Di Bartolo sblocca la partita con un destro chirurgico nell’angolino. Al 10’ Vinci raddoppia, grazie a Gubert che segna direttamente su punizione, disegnando una traiettoria perfetta. All’11’ gol champagne di Vinci con un’azione tutta di prima, conclusa dal perfetto assist di Gubert per Bribiglia, che da due passi mette dentro il 3-0. Al 14’ bellissima rete di Mastrototaro che trova un gran destro dalla distanza e accorcia le distanze. Il numero 9 di Tekser sfiora la doppietta poco dopo, impattando di testa un bel cross, ma la palla prende il palo, balla sulla riga e poi termina in rimessa laterale. Al 19’ palo di Vinci con Martellacci, poi sul proseguo dell’azione Di Bartolo trova dalla distanza il 4-1 dell’intervallo. La ripresa si apre con un altro legno, stavolta di Gubert con un tiro di grande effetto. Al 6’ Di Bartolo fa tris personale con un tiro leggermente deviato. Al 18’ Mastrototaro si inventa il 2-6 con una meravigliosa mezza girata da dentro l’area che gli vale il trono dei capocannonieri insieme a Garavaglia. L’ultimo sussulto è il definitivo 7-2 di Bribiglia con sinistro nella porta sguarnita, dopo un rinvio sporco della difesa.

GIRONE C: MILANI SORPASSA CS PROGETTI

MILANI- CS PROGETTI 3-1 (0-0). Reti: 11’ s.t. Papa (M), 15’ Gerosa (M), 20’ Papa (M), 21’ Pisoni rig. (CSP). MILANI: Bartolotta, Papa, Brunetti, Gerosa, Airoldi, Maggioni, Mozzanica, Verardo, Giovannoni, Laise, Carozzi. CS PROGETTI: Sergio Maressa, Petralia, Pesenti, Giovanni Maressa, Coppola, Lo Prete, Covone, Agrati, Hyso, Pisoni, Errigo. Migliore in campo: Simone Papa (Milani)
Milani s’impone nella sfida decisiva per la qualificazione contro Cs Progetti e la scavalca in vetta al triangolare C, che promuove entrambe ai quarti di finale. Milani ora affronterà Deerns, mentre CS Progetti se la vedrà con Lombardini 22. All’alba CS Progetti centra due legni con Pisoni e Hyso, ai quali risponde la traversa stampata da Papa da fuori area. Pochi secondi prima del duplice fischio lo sgusciante Hyso salta Bartolotta in uscita, ma al momento di concludere nella porta sguarnita cicca il pallone. All’8’ della ripresa Papa schioda lo 0-0 incrociando imparabilmente di sinistro da centro area nell’angolino opposto. La reazione di CS Progetti viene contenuta dai gialli e al 15’ Milani raddoppia con una punizione bomba di Gerosa. Nell’ultimo giro di cronometro ancora bomber Papa sale in cattedra, con un prodezza degna della Hall of Fame della Ensto Cup, scaraventando in rete al volo una precedente respinta miracolosa di Sergio Maressa, dopo una precedente conclusione dello stesso bomber. Nel recupero Pisoni trasforma il penalty e rompe il digiuno per CS Progetti.

GIRONE D: LOMBARDINI PUNTO D’ORO

 
ARIATTA – LOMBARDINI 2-2. Reti: 1’ Di Ciaccio (L), 4’ st Como (A), 13’ Cancelliere (L), 20’ st Perotto (A). ARIATTA: Moretti, De Vecchi, Perotto, Mereghetti, Paglia, Como, Vairetti. LOMBARDINI22: Di Cicco, Reguzzoni, Ioppolo, Cancelliere, Di Ciaccio, Menozzi, Domenichini, Mattiuz, Rebosio. Migliore in campo: Damiano Di Ciaccio (Lombardini 22)
Pareggio sfavillante per 2-2 tra Ariatta e Lombardini22 che vede quest’ultimi conquistare un punto utile a terminare in testa il girone D con una lunghezza di vantaggio su Deerns. Pronti, via e Lombardini passa in vantaggio, grazie a un bel sinistro di Di Ciaccio dal limite dell’area, che non lascia scampo a Moretti. Al 9’ colpo di testa da buona posizione di Como, ma il pallone termina di poco largo. All’11’ tentativo di Reguzzoni su punizione, fuori di poco. Al 18’ ancora Perotto calcia appena dentro l’area, ma trova una deviazione, che alza il pallone in corner. Al 4’ della ripresa Ariatta pareggia con una bellissima conclusione mancina di Como, che pesca l’angolino e fa 1-1. Al 13’ Lombardini torna avanti, grazie ad una super giocata di Ioppolo, che ruba palla in area e serve subito Cancelliere che da due passi deve solo depositare in rete. Al 14’ fucilata dalla distanza di Como col sinistro e miracoloso intervento di Di Cicco che si allunga e devia in angolo. Al 20’ Ariatta pareggia con un perfetto colpo di testa di Perotto. L’assedio finale porta al 21’ Ariatta ad un passo dalla vittoria necessaria per la qualificazione, con una grande chance sul sinistro di Como che però non inquadra la porta.