Sportland S.S.D. a r.l.2015/2016
(Maschile)
Calcio a 11

CHAMPIONS CUP CALCIO A 11

Archivio news 04/05/2016

CHAMPIONS CUP CALCIO A 11

ASD San Siro 2000 Campioni 2016. Le pagelle dei protagonisti

 

Il San Siro 2000 si aggiudica la Champions Cup 2015-2016 imponendosi 4-2 nella finalissima dopo i calci di rigore sul Tiki Taka. Nei tempi regolamentari succede tutto nei primi 10 minuti, con il fulmineo vantaggio del San Siro firmato da un diagonale di Swindal e la replica al 9’ di Raho, che risolve una mischia susseguente un calcio d’angolo. Poi il gioco si svolge prevalentemente a centro campo, con Casillo e Pisani che blindano le due porte nelle rare occasioni in cui sono chiamati in causa. L’1-1 non si schioda più fino al 70’ e nemmeno i tempi supplementari spezzano l’equilibrio, rimandando il verdetto ai rigori. Dal dischetto per il San Siro vanno a bersaglio Nicolò, Gallotti e Masoud, mentre Casillo para la conclusione di Latella e trascina la squadra di Gino Attanasi alla conquista del trofeo.

Grande festa al termine della gara in campo e fuori dal campo per una vittoria sofferta, ma in fondo meritata.

Il video completo
https://www.youtube.com/watch?v=jIWGAq1FVec

 

Le pagelle

The best five

San Siro 2000

Casillo: incolpevole sul gol subito, compie un miracolo nel finale su Trabelsi ed è l’eroe anche dei rigori. Cosa chiedere di più? Voto 7,5

Marco Grasso: spinge con buona continuità, con alcune giocate di spessore. Voto 7

Swindal: ha il merito di sbloccare il risultato con un diagonale chirurgico. Voto 7

Nicolò: zanzara fastidiosa tra le linee offensive, trasforma anche il penalty. Voto 6,5

Masoud: segna il penalty decisivo con freddezza, coronando una buona prestazione sul fronte offensivo. Voto 6,5

 

Tiki Taka

Pisani: para tutto il parabile con buona sicurezza, compreso un penalty. Voto 7

Masoch: chiude tutti gli spifferi dietro e imposta con il suo mancino educato. Voto 7

Raho: firma l’1-1 e difende con autorità spazzando tutto quello che passa dalle sue parti. Voto 6,5

Latessa: bravo nell’uno contro uno, a volte crea scompiglio sulla fascia col suo mancino fatato.  Però si parare il rigore. Voto  6,5

Maraschi: ha buoni piedi, ma si accende a intermittenza. Voto 6,5